Blog

Il Digital Audio e la nascita di un nuovo attributo associato alle impressions digitali: cosa sono le Engaged impressions.

E’ un momento di riflessione per il Digital Advertising: da più parti nell’ambito della strategia Omnichannel si cerca il bene più raro e prezioso: l’Attenzione dell’utente. Ebbene esiste una “terra” in cui, di questo elemento raro ce ne è parecchio ma è ancora poco esplorata: è la terra del Digital Audio Advertising.

In un mondo dominato dal Video, dai Social e dalla Display dove certamente si concentrano i maggiori investimenti, la filiera del digitale (in termini di complessità tecnologica) si è poco concentrata sulla nicchia dell’audio, salvo rendersi conto che l’audience spesso vi si rifugia proprio per “fuggire” da ambienti a volte troppo affollati di pubblicità.

Ed è così che le ricerche sull’Attenzione, che portano oggi i loro risultati sul tavolo dei Decision Makers, dopo anni di test, lasciano emergere un dato intuitivo ma poco validato: l’ Audio – inclusa la radio, lo streaming, e il podcasting – è un mezzo altamente efficace per attirare e mantenere attiva l’attenzione del pubblico. E’ provato che in un ambiente omnichannel l’audio attira più attenzione rispetto a qualunque altro media, inclusi video e social media e che esiste una relazione diretta tra l’attenzione generata dall’audio, il ricordo e la ricerca attiva del prodotto/servizio.

Non sono molte le aziende in grado di svolgere indagini sulle metriche di attenzione riferite all’Audio Digital: fra queste certamente Adelaide e Lumen, quest’ultima in particolare si è spinta a ipotizzare una nuova futuribile metrica che per l’audio sarebbe perfetta: aCPM (attentive second per 1000 imprs) di cui attendiamo con trepidazione l’evoluzione in letteratura e la sua certificazione tecnologica.

In generale, tutte le impressions Audio Digitali possono oggi essere considerate Engaged Impressions. Dimostrare di saper vincere la battaglia dell’attenzione sarà il driver per spostare Budget dal Video all’Audio Digital Advertising in modo più sostanziale e convinto.

Avere un Open Web dotato di una dimensione Audible, dunque un’offerta audio validata, pronta ad essere pianificata renderà questo media estremamente efficace per Publisher e per Advertiser alla ricerca di Audience attive e già finalizzate sul proprio messaggio.

Vedi: www.audioboost/it/marketplace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto