Press Release

AUDIOBOOST: IL 2024 PARTE SPRINT

UN NUOVO PRODOTTO ARRIVA SUL MERCATO: STORYCAST, UN BREVETTO EUROPEO E GLI USA NEL FUTURO DELLA STARTUP

Se alle aziende facessero l’oroscopo Audioboost sarebbe nel segno del LEONE: il 2024 parte con grandi novità e soddisfazioni per la StartUp che ha inventato gli In-Article Podcast e portato la dimensione Audible sui siti italiani più all’avanguardia. Grazie alla sperimentazione e al  costante miglioramento del suo Prodotto: lo Speakup-Article™ ora si prepara ad affrontare scenari competitivi mondiali.  

Prima tappa del percorso di crescita da local a global è la partecipazione al GLOBAL STARTUP PROGRAM a Los Angeles: Audioboost è stata selezionata tra le 10 Startup Innovative di ogni provenienza e settore per una full immersion di 2 mesi presso l’acceleratore Plug&Play in collaborazione con l’ICE. Sarà l’occasione per approfondire le strategie di Go-to-Market nel mercato USA ed elaborare piani di sviluppo su livelli di complessità e competitività oltre il mercato italiano.

“Abbiamo chiesto a editori sia Europei che Extra-Europei di testare la nostra piattaforma Speakup-Article™ – dichiara Cristina Pianura Founder e Manager di Audioboost – e l’aspetto più apprezzato della nostra soluzione è la sua impostazione olistica per editori digitali che desiderano dare una dimensione audio al proprio prodotto editoriale garantendosi pari qualità, scalabilità, accessibilità a costi incommensurabilmente più bassi di una produzione speakerata tradizionale e su volumi di produzioni paralleli a quelli editoriali.”

A confermare lo spessore delle innovazioni integrate nella piattaforma Speakup-Article™ è arrivato anche il primo step positivo nel percorso di rilascio del Brevetto Italiano ed Europeo degli In-Article Podcast: Audioboost è l’unica al mondo ad aver ideato e sviluppato una modalità di inserzione degli ads spot dinamica legata al testo e alla semantica intrecciate tra di loro.

Ma la vera novità di prodotto, uscita dalla fase Beta a fine 2023 con l’ambizione di marcare stretto le piattaforme di Hosting Podcast nella loro principale funzione di promozione e generazione di ascolti è l’Audio Seeding Platform StoryCast. L’audio-seeding di Audioboost si avvale delle straordinarie peculiarità di contestualizzazione semantica della Playlist integrata nel nostro Player presente sui Siti Web Partner. Ogni Playlist genera in automatico e in tempo reale una serie cronologica di 10 In-Article Podcast correlati esclusivamente al Sito Web che aumentano le opportunità di ascolto per il lettore e il tempo speso in pagina. All’interno della Playlist in perfetto stile native è possibile pubblicare Podcast Originals o Serie Podcast.

Storycast è un vero e proprio Campaign Manager esclusivamente finalizzato alla gestione dell’Audio-Seeding, già disponibile per tutti gli Editori Audioboost, a breve verrà riservato l’accesso anche alle Agenzie e Podcast Factory del mercato italiano,  per poi via via estendersi in tutti i mercati ove Audioboost sarà presente. Con Storycast chi desideri promuovere un Audio Branded Content potrà farlo utilizzando le potenzialità di un’Audience Web grande 10x quella delle tradizionali piattaforme di Audio.

“L’ambizione con cui abbiamo sviluppato Storycast – continua Cristina Pianura – nasce dalla nostra vision di considerare l’Open Web la più grande piattaforma Audio esistente, con varietà di contenuti e ampiezza di Audience ineguagliabili. Per convertire tale massa di utenti in ascoltatori, serve la nostra tecnologia: lo Speakup-Article e un sistema di distribuzione contenuti basato su logiche Adtech: ed ecco arrivare Storycast.”

La stretta relazione tra i due applicativi rende Audioboost l’unica azienda al mondo a fare da gate-keeper alla dimensione audio del Web. Ove c’è Speakup-Article™ si genera una Audience Audio inedita, attiva, consapevolmente in ascolto, perfettamente targetizzabile sul piano degli interessi e della brand safety e fortemente concentrata sul contenuto. Tutti fattori che nel Web non sono facilmente replicabili con nessun altro formato e contesto sensoriale.

“I nostri piani marketing per il 2024 – continua CP – ci vedranno focalizzati sulla misurazione dell’attenzione sull’audience in ascolto e sui sistemi di attribuzione Post-Listening grazie al supporto di aziende Partner e Advertiser illuminati”.

Torna in alto